SPAGHETTI ALL'AMATRICIANA

Pro loco Sommati

SPAGHETTI ALL’AMATRICIANA

Il nome di Amatrice è prevalentemente legato, come noto, alla tradizione gastronomica e culinaria che ha trovato la sua massima espressione nella ricetta degli “spaghetti all’Amatriciana”.

Il piatto si fonda su ingredienti tipici locali e su una preparazione meticolosa nel prepararlo.

La bontà della ricetta, l’uso della padella in ferro, la modalità di cottura della salsa e la straordinaria professionalità di numerosi ristoratori romani originari di Amatrice hanno fatto si che "gli spaghetti all’Amatriciana" siano diventati parte importante della cucina italiana.

L’amatriciana nasce con il condimento in bianco e solo dalla fine del 1700, viene preparato con l’aggiunta del pomodoro.

Alcuni attribuiscono l’Amatriciana alla cucina Romana, ignorando che i pastori, con gli spostamenti stagionali della transumanza verso le campagne romane, fecero conoscere questa ricetta nella capitale.

 

 

LA RICETTA - DOSI PER 4 PERSONE

500 g di spaghetti, 125 g di guanciale di Amatrice,

un cucchiaio di olio di oliva extravergine, un goccio di vino bianco secco,

6 o 7 pomodori San Marzano o 400 g di pomodori pelati,

un pezzetto di peperoncino, 100 g di pecorino di Amatrice grattugiato, sale.

PREPARAZIONE

Mettere in una padella, preferibilmente di ferro, l’olio, il peperoncino ed il guanciale tagliato a pezzetti; la proporzione di detto preparato, di un quarto rispetto alla pasta, é tradizionale e sacra per gli esperti e si ricorda che solo il guanciale, dà delicatezza e dolcezza insuperabili alla “matriciana”.

Rosolare a fuoco vivo e aggiungere vino. Togliere dalla padella i pezzetti di guanciale, sgocciolare bene e tenerli da parte possibilmente in caldo, evitando il rischio di farli diventare troppo secchi e salati; solo così resteranno morbidi e saporiti.

Aggiungere i pomodori tagliati a filetti e puliti dai semi (meglio prima sbollentarli, per togliere più facilmente la pelle e poi tagliarli), sale q.b., mescolare e dare qualche minuto di fuoco.

Togliere il peperoncino, rimettere dentro i pezzetti di guanciale, dare ancora una rigirata alla salsa.

Cuocere la pasta, bene al dente, in abbondante acqua salata. Scolarla e metterla in una terrina aggiungendo il pecorino grattugiato. Attendere qualche secondo e poi versare la salsa, girare e far passare altro pecorino per chi lo desidera.

INGREDIENTI PER UNA BUONA AMATRICIANA